Cap 8 Cr 1: La morte delle emozioni

30 giugno 2009

darkentrance_1000

L’umidità entra lentamente nelle mie ossa, posso sentirla spingersi attraverso la pelle e filtrare fin dentro il midollo. Perchè mi trovo qui? Ho un forte mal di testa e ricordi confusi. Non sono nelle mie stanze, ma dove sono ? Una torcia appesa al soffitto illumina irrequieta la stanza dove mi trovo. Una lunga tavola appesa al muro, è inchiodata alla parete con due catene, un leggero pagliericcio è disposto su di essa. In un angolo un vecchio secchio di legno ricolmo di un liquame scuro e poco più in alto una finestra chiusa da barre in metallo. La luna brilla alta nel cielo, con i suoi flebili riflessi illuminaquesta notte poco stellata. Le manette ai polsi, sono testimoni della mia ormai imminente condanna.

Per me non c’è più nulla da fare.

Aspetto nella mia fredda cella quando la campana inizia a suonare

Rifletto sulla mia passata vita anche se non ho più molto tempo

Perché alle cinque mi porteranno alla forca

Le sabbie del tempo per me scorrono via lente

La mia natura, è stata la mia condanna. Estraniata come essere diverso e quindi pericoloso, per la maggior parte delle persone comuni.  Come è triste la vita.

Quando il prete viene a leggermi l’ultimo rito

Guardo l’ultima volta attraverso le sbarre

Il mondo è stato tutto sbagliato per me

La disperazione mi avvolge, cerco di convincere per l’ultima  volta colui che ormai sarà il mio carnefice.

Ci può essere qualche sorta d’errore?

E’ difficile arrestare il terrore che aumenta

E’ davvero la fine… non qualche strano sogno

Qualcuno per favore mi dica che sto sognando

Non è così facile fermarsi dall’urlare

Ma le parole fuggono via quando cerco di parlare

La sua indifferenza riempiva il mio cuore di dolore e di smarrimento, mentre calmo ripeteva le parole dell’Ultimo rito. Il suo aspersorio ondeggiava libero nell’aria rilasciando gocce di acqua presumibilmente benedetta. Le sentivo fredde colpirmi il volto, e scivolare via.

Le lacrime scorrono imperterrite, ma perché piango?

Dopo tutto non ho paura di morire

Credo che non ci sia mai una fine

Così le guardie mi conducono fuori nel cortile,qualcuno da una cella mi grida “Dio sia con te”. Se c’è un Dio perché mi lascia morire?

Così tutta la vita passa davanti a me e con nostalgia la guardo scorrere impotente.

E benché la fine sia vicina, non sono addolorata

Prendi la mia anima perchè desidera volare via

La folla sotto la forca era formata principalmente da contadini e popolani, i loro sguardi mettevano a nudo i loro pensieri. Mentre salivo le scale in legno che portavano alla forca, alcune persone cominciarono a gridare:

– Maledetta!

– Pagherai per i tuoi crimini! Essere malvagio!

– Impiccatela!! Impiccatela!!

Il cappio penzolava da una spessa trave in legno, accuratamente preparato dal boia.

Le due grosse guardie mi condussero lentamente sotto al capestro. Togliendomi le manette, avvicinarono la corda alla mia gola. In quel momento Salì sulla forca il comandante della guardia cittadina di Riverrun. Indossava una rifinita armatura di piastre, con una leggera bardatura argentata. Sul petto lo stemma della città era intarsiato e lavorato a battitura. Uno spesso mantello color porpora, era legato al collo da una spilla in oro massiccio. Al fianco legato in vita da un cinturone, era appoggiata una spada dal manico finemente lavorato, con una grossa gemma incastonata nel pomello bilanciante.

– Hai qualcosa da dire prima di morire ? Affermo con tono autoritario, guardando la folla.

Ricordatevi le mie parole per favore, credetemi, la mia anima continuerà a vivere

Vi prego, non preoccupatevi ora che sto andando

Andrò oltre per vedere la verità

Il Capitano avvolse il cappio intorno al collo, facendo scivolare il nodo fino all’altezza del collo. Il boia era già pronto con la mano ad aprire la botola.

Quando sai che il tuo tempo è chiuso in una mano

Forse allora comincerai a capire che

La vita qua giù è soltanto una strana illusione.

Il capitano si voltò verso il boia e con un cenno del capo fece segno di lasciare.

___What_Have_You_Done____by_orin

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: