Archivio III – giorno VI  equinozio

Mentre siedo alla mia scrivania per scrivere queste parole, odo lo squittio di voci murine ed il grattare di lunghi artigli alla porta. C’è qualcosa che si muove nell’oscurità, dai luoghi da tempo dimenticati del Westeros.

Per secoli l’impero è stato percorso da voci riguardanti orribili mostri che vivono nei cunicoli sotterranei . Le prove sono poche e molti studiosi imperiali sono stati ridicolizzati, esiliati o addirittura condannati per le loro affermazioni sulla veridicità di tali orrori. Li chiamano ‘ Skaven’ , maligni ratti giganti che camminano su due zampe in una disgustosa parodia degli uomini e che tramano di rovesciare coloro che abitano la Leggi il seguito di questo post »

-“Credi veramente che la Corona non si accorga di questo?”
-“Sai benissimo che nel nostro Consiglio sono presenti delle spie…”
-“Mi sto invecchiando Gerard… Ora più che mai sento il peso degli anni sulle mie spalle. Riverrun un tempo era florida e splendente, ora sembra essere soltanto un ricordo dei tempi passati.
-“Mio Signore cosa volete fare?”
-“E’ tempo che io mi ritiri Gerard, è tempo per Riverrun di tornare a risplendere.”
-“Signore cosa dite? Voi non avete discendenti diretti, ne successori. Lascierete Riverrun nelle mani del Consiglio? ”
-“Se cosi’ sarà allora è così che dovrà essere…” L’anziano signorotto staccò un pezzo di pane dalla pagnotta appena sfornata. Masticandolo nervosamente, assaporava il pieno gusto di quel pane. Leggi il seguito di questo post »

bardontableLa battaglia con lo stregone Telkun, porta alla luce nuove ed intricate rivelazioni.

Durante la lotta Ellamin si fa strada tra i resti di Gargoylle a colpi di spada,difendendo Draveth dagli attacchi dei nemici. Eckel anticipa le mosse dello stregone raggiungendolo nella sala principale. Infine grazie all’intervento di Shalafy, rivelatosi poi il “vero” contatto tra le terre del Westeron e le Marche d’Argento, Telkun va al tappeto. L’eliminazione di Fargo da parte di Eckel si è rivelata quindi, una mossa utile ai fini della missione. La sfera di stasi è stata recuperata, anche se con qualche crepa presente sulla superficie.  Lo stesso Telkun non era stato capace di comprendere il reale potere, e grazie all’intervento degli avventurieri il suo obiettivo non è stato portato a termine. Ora giacie al suo completamente imbavagliato e legato, sotto ordine di Draveth. Leggi il seguito di questo post »

Cap 4: Le casse in rosso

22 dicembre 2008

Nella sala del consiglio l’intera corte Lannister sedeva riunita.
Il primo cavaliere lord Tywin Lannister, la figlia Cersei, il figlio

Jaime capo della guardia imperiale ed il gran maestro Picelle. Soltanto

la carica piu alta era assente, a causa di un battuta di caccia.
-“Abbiamo dei seri problemi signori miei” esordi il gran maestro.
-“Le casse della corte si sono quasi svuotate… grazie alle feste del

nostro Re”
-“Dobbiamo recuperare denaro liquido…”
-“Alzeremo le tasse !” Intervenne la regina Cersei con tono tagliente.
-“E scatenare una rivolta popolare? … No non è questo il modo”

Leggi il seguito di questo post »

Cap 3: Il processo

10 dicembre 2008

prison_72Terminata la festa di compleanno, la notizia dell’omicidio del Lord Chilos vola veloce di bocca in bocca. In tutto il regno correnti popolane trasformano l’accaduto in una guerra imminente e la fama della corona ne risente pesantemente.La notte stessa dell’omicidio, viene arrestato il tenente Lord Sarevok delle terre di confine. Accusato di omicidio viene rinchiuso nelle celle del castello reale in attesa di giudizio.

L’umidità entra lentamente nelle mie ossa, posso sentirla penetrare dalla pelle e filtrare nel midollo come lunghi ed affilati aghi. Perchè mi trovo qui? Ho un forte mal di testa e ricordi confusi. Non sono nelle mie stanze, ma dove sono ? Una torcia appesa al soffitto illumina irrequieta la stanza dove mi trovo. Una lunga tavola appesa al muro, è collegata alla parete con due catene, un leggero pagliericcio è disposto su di essa. In un angolo un vecchio secchio di legno ricolmo di un liquame scuro. Antiche sbarre, in parte ormai arrugginite, chiudono l’ingresso. Sono in una cella. Leggi il seguito di questo post »

capitolo 2: Il Banchetto

9 dicembre 2008

Il grande giorno è giunto, la Città del Re ormai colma degli invitati , si appresta a servire gli ospiti.

In città musiche allegre, menestrelli e saltimbanchi alimentano l’aria di festa. L’alta nobiltà proveniente dalle varie casate affolla le strade della capitale. Nell’aria, gli odori provenienti dalle cucine reali, si espandono per tutto il territorio.  Le sale reali traboccano di ospiti e per chi era rimasto fuori, sono state messe a disposizione le migliori locande della città.

mt2161060831

Una volta fatti entrare tutti gli invitati nella sala, il Re afferrando il calice e innalzandolo verso il cielo da il via al banchetto. Tutti i partecipanti, sollevarono a loro volta i bicchieri, e sorridendo proclamarono lunga vita al re. Terminato il brindisi, cominciarono ad entrare  le grandi portate.La sala era talmente brulicante di persone, che aveva l’aspetto di un formicaio.La prima portata fu Bisonte arrostito con burro ed erbe, il tutto annaffiato con abbondante vino. Alla vista del cibo tutti gli invitati sgranarono gli occhi per l’aspetto invitante.

Conti, senatori, Dame, Donzelle e semplici invitati si avventarono voracemente su piatti.
Come seconda portata furono serviti Tuberi dolci, fragole e pane, seguiti da Zuppa d’ orzo e cacciagione.
Dal fondo della sala il re vegliava sorseggiando vino e mangiando compiaciuto. Alla sua destra i maggiori esponenti della casata Lannister: Cersei la regina, Jaime fratello della regina e  Lord Tywin Padre di quest’ultimi. Alla sua sinistra
la famiglia del Re. Renly Baretheon e Stannis. Il Re reso rosso in volto dal vino, si lascio’ andare a fragorose risate con i  nobili.
Leggi il seguito di questo post »

90428Per festeggiare il suo 42esimo compleanno il re Robert decide di imbandire un’enorme festa in suo nome. Vengono invitati tutti i maggiori esponenti delle piu grandi casate, che da tutto il regno giungono alla Città del Re. I preparativi coinvolgono tutta la corte della casata Lannister e le ingenti somme necessarie per la preparazione vengono prelevate direttamente dalle casse del regno.  Re Robert estasiato per questa festa, organizza il tutto con estrema cura, vengono chiamati i migliori cuochi di corte, ricche pietanze vengono fatte importare dai capi del regno.  Nel giro di poco tempo la notizia dei festeggiamenti si divulga nelle terre del Westeros, attirando migliaia di curiosi, viaggatori, menestrelli, mercanti, ma oltre a loro vennero attirati ladri e poco di buono. A pochi giorni dalla festa la città del re è divenne una metropoli e gli atti criminali andavano via via aumentando.   La guardia cittadina aveva il suo gran da fare per le strade.

Leggi il seguito di questo post »