Archivio III – giorno VI  equinozio

Mentre siedo alla mia scrivania per scrivere queste parole, odo lo squittio di voci murine ed il grattare di lunghi artigli alla porta. C’è qualcosa che si muove nell’oscurità, dai luoghi da tempo dimenticati del Westeros.

Per secoli l’impero è stato percorso da voci riguardanti orribili mostri che vivono nei cunicoli sotterranei . Le prove sono poche e molti studiosi imperiali sono stati ridicolizzati, esiliati o addirittura condannati per le loro affermazioni sulla veridicità di tali orrori. Li chiamano ‘ Skaven’ , maligni ratti giganti che camminano su due zampe in una disgustosa parodia degli uomini e che tramano di rovesciare coloro che abitano la Leggi il seguito di questo post »

-“Credi veramente che la Corona non si accorga di questo?”
-“Sai benissimo che nel nostro Consiglio sono presenti delle spie…”
-“Mi sto invecchiando Gerard… Ora più che mai sento il peso degli anni sulle mie spalle. Riverrun un tempo era florida e splendente, ora sembra essere soltanto un ricordo dei tempi passati.
-“Mio Signore cosa volete fare?”
-“E’ tempo che io mi ritiri Gerard, è tempo per Riverrun di tornare a risplendere.”
-“Signore cosa dite? Voi non avete discendenti diretti, ne successori. Lascierete Riverrun nelle mani del Consiglio? ”
-“Se cosi’ sarà allora è così che dovrà essere…” L’anziano signorotto staccò un pezzo di pane dalla pagnotta appena sfornata. Masticandolo nervosamente, assaporava il pieno gusto di quel pane. Leggi il seguito di questo post »

darkentrance_1000

L’umidità entra lentamente nelle mie ossa, posso sentirla spingersi attraverso la pelle e filtrare fin dentro il midollo. Perchè mi trovo qui? Ho un forte mal di testa e ricordi confusi. Non sono nelle mie stanze, ma dove sono ? Una torcia appesa al soffitto illumina irrequieta la stanza dove mi trovo. Una lunga tavola appesa al muro, è inchiodata alla parete con due catene, un leggero pagliericcio è disposto su di essa. In un angolo un vecchio secchio di legno ricolmo di un liquame scuro e poco più in alto una finestra chiusa da barre in metallo. Leggi il seguito di questo post »

assassins_creed_conceptart_zUG3H

Situata nella parte centrale delle terre del Westeros, Riverrun gode della protezione fornita dal fiume Tumblestone ed uno dei suoi affluenti. La città è infatti situata poco prima del delta formatosi tra i 2 fiumi. La vicinanza all’acqua hanno fatto dell’agricoltura il punto forte dell’economia di questa cittadina.  Negli ultimi periodi i commerci si sono raddoppiati, grazie alle carovane provenienti dal sud e dirette al nord attraverso la Strada del Re. Il clima mite e temperato ha ulteriormente contribuito all’espasione della cittadina. Lord Walder Blackstone  governa ormai da più di 10 anni  questa zona. Durante questo periodo Lord Blackstone è sempre rimasto neutrale alla ormai nota Lotta del Trono. Lo stemma della sua casata è una croce greca rossa, su sfondo nero e bianco.

Giorno 1° sesta decade

Arrivai alle porte della città dalla parte a nord; l’accademia militare, poi quella di magia, le varie botteghe, mercanti all’erta pronti a mostrare le loro merci per vendere Leggi il seguito di questo post »

grandeinverno

È il grande castello da cui gli Stark dominano il Nord.

Prima dei Targaryen, era la capitale del regno del nord (sotto re Torrhen, “Il re in ginocchio”).

Nelle intercapedini delle pareti circola l’acqua calda delle sorgenti su cui la fortezza è stata costruita; in questo modo i suoi abitanti possono combattere il freddo. Le stanze più calde sono quelle di lady Catelyn.Grande Inverno è circondata da due massicce conte di mura, con un ampio fossato tra l’una e l’altra. Il muro esterno raggiunge un’altezza di venticinque metri, quello interno supera i quaranta metri.Lungo le mura vi sono molte torrette.Si dice che nelle antiche pietre dell’antico castello vi sia una grande forza. Si dice anche che il maniero sia cresciuto su se stesso come un albero di roccia.Le pareti alte e grigie della Sala Grande sono ornate dai vessilli delle casate. Da lì si possono osservare lastre verdi e gialle proteggere i giardini vetrati. Qui si tengono i più importanti banchetti. La sala grande non è sufficiente per ospitare tutti i lord del nord, i loro figli e i loro vassalli. Il posto a destra del lord è un posto d’onore. Nella Sala Grande si trova l’alto scranno di pietra degli Stark con due inquietanti metalupi scolpiti sui braccioli. Leggi il seguito di questo post »

95671– “Mio signore le riserve di grano sono state caricate, le botti d’acqua sono state messe al sicuro nei depositi vicino al castello.”

– “Eccellente lavoro Roben…torniamo a noi. Sono tornati i rapporti delle nostre spie a Palazzo?”

-“Si Signore, Occhipesti riferisce che la Corona ha una bella gatta da pelare con la piaga del Traditore…Sembra che abbiano messo una grossa taglia su questo Sarevok” affermò Brandon con tono soddisfatto.

-” Piedefino invece afferma che dall’estremo sud i popoli fedeli alla casata Dei Florence, stiano intralciando i loro commerci con le terre libere…” . Il signore del trono dei Ghiacci si alzò con un movimento rapido Leggi il seguito di questo post »

bardontableLa battaglia con lo stregone Telkun, porta alla luce nuove ed intricate rivelazioni.

Durante la lotta Ellamin si fa strada tra i resti di Gargoylle a colpi di spada,difendendo Draveth dagli attacchi dei nemici. Eckel anticipa le mosse dello stregone raggiungendolo nella sala principale. Infine grazie all’intervento di Shalafy, rivelatosi poi il “vero” contatto tra le terre del Westeron e le Marche d’Argento, Telkun va al tappeto. L’eliminazione di Fargo da parte di Eckel si è rivelata quindi, una mossa utile ai fini della missione. La sfera di stasi è stata recuperata, anche se con qualche crepa presente sulla superficie.  Lo stesso Telkun non era stato capace di comprendere il reale potere, e grazie all’intervento degli avventurieri il suo obiettivo non è stato portato a termine. Ora giacie al suo completamente imbavagliato e legato, sotto ordine di Draveth. Leggi il seguito di questo post »